Rostrum+, ultima ‘creatura’ dell’International Rostrum of Composers (IRC) approda in Italia per la prima volta, e il Conservatorio di Palermo organizza un ricco programma di eventi aperti al pubblico.  Special guest l’antico quartiere della Loggia che, giovedì 18 maggio, sarà chiuso al traffico e nei suoi bellissimi monumenti la musica risuonerà all’unisono, regalando a Palermo un cuore ricco di note.
Orchestre ed ensemble musicali si esibiranno, all’unisono dalle 18.30 alle 20, tra chieseoratori barocchi e nella stessa sede dell’Istituto in via Squarcialupo. Avrete l’occasione di ammirare dei gioielli unici: la Chiesa di S. Maria di Valverde ( con  il Boom Boom Sax Quartet  che eseguirà musiche di Rossini, Iturralde, Meacham e Wiberny, l’Oratorio del SS. Rosario in San Domenico ( l’Ensemble vocale e strumentale Alessandro Scarlatti proporrà musiche di Bach, Vivaldi e Castello ) la Sala Scarlatti del Conservatorio ( Pianisti e Musica da camera; il Quartetto di flauti Sirynx, il Quartetto d’archi ), l’ Oratorio di Santa Cita, ( il Trio d’archi suonerà musiche di Fauré, Gershwin, Sherman, Tchaikovsky, Mozart e Boccherini ), la Chiesa di S. Mamiliano, ( l’Orchestra a plettro con musiche di Verdi, Falla, Piazzolla e Khachaturian, e San Giorgio dei Genovesi ( il Paula Project della sassofonista Carla Restivo ).
L’ingresso ai concerti è libero.